logo


Questa mattina in Prefettura si è tenuto un incontro tra una delegazione dei Forconi, guidata da Mariano Ferro e dal presidente dell’Aias Giuseppe Richichi, e il prefetto Francesca Cannizzo che ha assicurato che si farà portavoce presso il governo regionale delle loro istanze, ma per ragioni di sicurezza e per evitare che si ripeta la paralisi della Sicilia così come successo quasi un anno fa, i Forconi dovranno trovare soluzioni alternative

Era arrivato il “No” della questura. Ma i Forconi hanno la testa dura e non hanno intenzione di fermarsi. Il leader del movimento, Mariano Ferro, conferma il volantinaggio al casello autostradale di San Gregorio sulla Catania-Messina, per mercoledì 13 febbraio, a partire dalle 8.

Questa mattina in Prefettura, infatti, si è tenuto un incontro tra una delegazione dei Forconi, guidata da Mariano Ferro e dal presidente dell’Aias Giuseppe Richichi, e il prefetto Francesca Cannizzo che ha assicurato che si farà portavoce presso il governo regionale delle loro istanze, ma per ragioni di sicurezza e per evitare che si ripeta la paralisi della Sicilia così come successo quasi un anno fa, i Forconi dovranno trovare soluzioni alternative.

I Forconi hanno garantito che manifesteranno senza arrecare intralci e disagi alla viabilità. Il volantinaggio di dopodomani è il primo step di una serie di iniziative che culmineranno, così come annunciato nei giorni scorsi dai Forconi, nel blocco del traffico delle merci. Già alcuni attivisti si sono recati, di popria iniziativa, all’ingresso dell’autostrada attuando lo sciopero della fame.

Lascia un Commento

*

captcha *