logo


Dopo i tafferugli di Niscemi il governatore Crocetta annuncia la sospensione delle autorizzazioni e lo stop dei lavori: “Nessuno sconto sulla salute dei cittadini. Strano l’arrivo delle attrezzature nell’area militare statunitense”

La Regione siciliana ha avviato la procedura di sospensione delle autorizzazioni e quindi sospende immediatamente i lavori di realizzazione del Muos, la stazione satellitare della marina Usa a Niscemi (Caltanissetta). Ad annunciarlo in una conferenza stampa è stato il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta.

“I siciliani sappiano che il governo regionale non farà alcuno sconto sulla salute dei cittadini, per cui a nulla servono forzature di stampo autoritario per imporre alla Sicilia strumenti che potrebbero essere collocati in aree più idonee, dove non ci siano rischi per la salute dei cittadini”, ha detto il presidente della Regione.

Crocetta e l’assessore al Territorio e Ambiente, Mariella Lo Bello, hanno espresso tutto il loro “rammarico rispetto agli incidenti avvenuti stanotte, causati dall’azione di accelerazione di trasporto all’interno dell’area militare di Niscemi di diverse attrezzature”.

“Il governo regionale – ha detto Crocetta – trova veramente singolare che si sia accelerata improvvisamente la procedura per il completamento del Muos, in una fase in cui sta acquisendo la documentazione necessaria alla sospensione dei lavori, in conformità alla mozione votata dall’Ars e alla necessità di introdurre nel territorio una strumentazione adeguata al controllo delle emissioni per proteggere la popolazione”.