logo


Via libera alle iniziative che riguardano borse di studio, itinerari culturali e internazionalizzazione dell’immagine della Sicilia

La giunta del governo Crocetta ha approvato tre progetti  proposti dall’assessore ai Beni culturali Antonino Zichichi “finalizzati a valorizzare l’immagine della Sicilia e la sua identità culturale, storica e la sua contemporaneità”.

Il primo dei tre progetti è “Archimede siracusano”, che ha lo scopo di fare conoscere uno degli scienziati siciliani più grandi della storia dell’umanità. Si articola in tre fasi: una borsa di studio che verrà destinata a 10 laureati che dovranno fornire un elaborato su temi riconducibili alle ricerche e alle sperimentazioni di Archimede, la titolazione di piazze, luoghi, spazi, vie della Sicilia al grande scienziato, l’apertura di un museo dove vengano rappresentate e riprodotte attività, scoperte ed esperimenti di Archimede.

Il secondo progetto riguarda i nuovi itinerari della cultura siciliana moderna e contemporanea che consiste nel definire percorsi che includano monumenti, opere d’arte, scrittori, artisti siciliani tra i più famosi del mondo degli ultimi due secoli per tracciare nuovi itinerari turistici. È stato dato mandato all’assessorato di creare questi nuovi itinerari che andranno da Verga a Lucio Piccolo, da Camilleri a Bufalino, fino alle esperienze della Fiumara d’arte e Gibellina. Saranno effettuate delle pubblicazioni che verranno messe a disposizione dei turisti negli aeroporti, nelle stazioni, nei centri turistici ma anche distribuiti nelle scuole per incrementare gli itinerari per i visitatori e per diffondere una nuova immagine della Sicilia.

Il terzo riguarda l’internazionalizzazione dell’immagine della Sicilia, che prevede una nuova mappatura dei beni siciliani da dichiarare patrimonio dell’umanità. “Infine – informa la nota della presidenza della Regione – è stata approvata la programmazione definitiva fondi europei, che rimane esattamente uguale a quella presentata a Bruxelles dato che è loro intenzione seguire la nostra linea di programmazione anche per quanto riguarda le infrastrutture”.

Lascia un Commento

*

captcha *